Già nel 2016 nella baia di Suruga, nella prefettura di Shizuoka erano stati pescati 4 pesci di dimensioni enormi. Questi vivevano in acque profonde a più di 2000 metri di profondità. La loro dimensione superava il metro di lunghezza ed in particolare il più grosso pesava 25 kg ed era di circa 1 metro e 30 centimetri.


La scoperta è stata fatta dall’agenzia giapponese per la scienza e la tecnologia marina e terrestre.


Esaminando la forma e il DNA del pesce, hanno scoperto che si tratta di una nuova specie di Alepocephalidae che è un pesce che vive nelle acque profonde e che appartiene alla famiglia di pesci ossei marini.
Questi pesci appartengono alla specie delle sardine che di solito non superano i 30-40 centimetri di lunghezza.


Al nuovo pesce è stato dato il nome di “Yokozuna Iwashi“. Non è un nome a caso in quanto “Yokozuna” è il titolo più alto che può ottenere un lottatore di sumo.
Quelli scoperti nel 2016 essendo più piccoli erano stati chiamati “Sekitori Iwashi”, dove anche “Sekitori” è un termine del sumo che indica i primi sei ranghi di vincita.


I ricercatori hanno scoperto che questo pesce si nutre di altri pesci, a differenza degli altri della sua specie, e che è il pesce più lungo che si possa trovare nella baia di Suruga.
E’ stato possibile anche fare un filmato di questi pesci che nuotavano sul fondale marino. I pesci filmati erano tutte femmine.


I ricercatori ora vogliono indagare di più per trovare i maschi.

Ecco il link dove vedere il filmato del suddetto pesce:

https://www3.nhk.or.jp/news/easy/k10012832221000/k10012832221000.html

Condividi

Se ti è piaciuto il post condividilo con i tuoi amici